Farmaexplorer.it
Xagena Mappa
Medical Meeting
Dermabase.it

Progressiva occlusione arteriosa periferica e altri eventi vascolari durante la terapia con Nilotinib nella leucemia mieloide cronica


L’inibitore della chinasi BCR/ABL di seconda generazione Nilotinib ( Tasigna ) è sempre più utilizzato per il trattamento della leucemia mieloide cronica resistente a Imatinib ( Glivec ).
Finora, Nilotinib è stato considerato un farmaco ben tollerato, con pochi o nessun effetto collaterale, anche se è stato riportato un aumento del livello di glicemia a digiuno.

Sono stati esaminati 24 pazienti consecutivi con leucemia mieloide cronica trattati con Nilotinib per lo sviluppo di eventi avversi non ematologici; 3 di questi 24 pazienti affetti da leucemia mieloide cronica hanno sviluppato un’occlusione arteriosa periferica rapidamente progressiva durante il trattamento con Nilotinib.

In tutti e 3 i casi, un’occlusione arteriosa periferica rapidamente progressiva ha richiesto ripetute angioplastiche e/o interventi chirurgici multipli in pochi mesi.

Non era nota nessuna occlusione arteriosa periferica rapidamente progressiva prima della terapia con Nilotinib in questi pazienti, anche se tutti e 3 avevano ricevuto Imatinib.
In 2 pazienti, erano conosciuti preesistenti fattori di rischio predisponenti per l’occlusione arteriosa periferica rapidamente progressiva e uno di loro aveva sviluppato diabete mellito durante la terapia con Nilotinib.

Negli altri 21 pazienti trattati con Nilotinib, sono stati registrati una occlusione arteriosa periferica rapidamente progressiva meno grave, un infarto del miocardio, un infarto spinale, un ematoma subdurale e una morte improvvisa a eziologia sconosciuta.

In sintesi, il trattamento con Nilotinib può essere associato ad un aumentato rischio di eventi vascolari avversi, tra cui lo sviluppo di un’occlusione arteriosa periferica rapidamente progressiva.
In un sottogruppo di pazienti, questi eventi possono essere gravi o addirittura mortali.

Sebbene i meccanismi esatti non siano noti, viene consigliato uno screening in tutti i pazienti per le occlusioni arteriose periferiche rapidamente progressive pre-esistenti e per i fattori di rischio vascolare come il diabete mellito, prima di iniziare la terapia con Nilotinib e nel follow-up durante la terapia con il farmaco. ( Xagena2011 )

Aichberger KJ et al, Am J Hematol 2011; 86: 533-539



Emo2011 Farma2011


Indietro