OncologiaMedica.net
Gastroenterologia.net
Reumatologia
Neurologia

Sospesi dal mercato dell’Unione Europea i medicinali contenenti Paracetamolo a rilascio modificato a causa della difficoltà nella gestione del sovradosaggio


Il Gruppo di Coordinamento per le Procedure di Mutuo Riconoscimento e Decentrate ( CMDh ) ha approvato a maggioranza la raccomandazione dell'Agenzia europea per i medicinali ( EMA ) di sospendere la commercializzazione dei prodotti contenenti Paracetamolo a rilascio prolungato o modificato ( progettato per rilasciare il Paracetamolo lentamente per un periodo più lungo rispetto agli usuali prodotti a rilascio immediato ).
La raccomandazione è stata formulata dagli esperti dell'Agenzia in materia di sicurezza dei medicinali, il Comitato di valutazione dei Rischi per la Farmacovigilanza ( PRAC ).

CMDh ha ritenuto che i vantaggi di un prodotto ad azione prolungata non superano le complicazioni derivanti dalla gestione di un sovradosaggio del medicinale, poiché le procedure di trattamento per i prodotti a rilascio immediato non sono appropriate per il Paracetamolo a rilascio modificato.
In molti casi, potrebbe non essere noto se un sovradosaggio di Paracetamolo coinvolge prodotti a rilascio immediato o a rilascio modificato, rendendo difficile decidere come gestire il sovradosaggio.

CMDh ha osservato che nelle conclusioni del PRAC non sono state identificate misure pratiche per ridurre sufficientemente il rischio per i pazienti.
Inoltre, non era stato possibile concordare un modo fattibile e standardizzato per adattare la gestione del sovradosaggio nell'Uniopne Europea a prodotti di Paracetamolo a rilascio immediato e modificato.

Il CMDh ha pertanto approvato la raccomandazione del PRAC che le autorizzazioni all'immissione in commercio per medicinali contenenti Paracetamolo a rilascio modificato, da soli o in associazione con il farmaco oppioide Tramadolo, dovrebbero essere sospese.

I farmaci rimarranno sospesi a meno che le aziende che detengono le autorizzazioni all'immissione in commercio possano fornire prove di adeguate e pratiche misure a livello Unione Europea per aiutare a prevenire il sovradosaggio con questi prodotti e ridurre adeguatamente i rischi.

I prodotti a base di Paracetamolo a rilascio immediato, che non sono interessati da questa revisione, continueranno a essere disponibili come prima.

Informazioni per gli operatori sanitari

• Il Paracetamolo a rilascio modificato ( da solo o in combinazione con il Tramadolo ) è stato rimosso dal mercato Unione Europea poiché i sovradosaggi con prodotti a base di Paracetamolo a rilascio modificato possono essere imprevedibili nella loro farmacocinetica e complessi da gestire.

• Le linee guida di trattamento stabilite per il sovradosaggio di Paracetamolo si basano sui prodotti a rilascio immediato e potrebbero non essere efficaci per il trattamento di sovradosaggi con Paracetamolo a rilascio modificato.

• Non ci sono problemi con i preparati a rilascio modificato di Paracetamolo quando usati in conformità con le informazioni sul prodotto. I pazienti possono continuare tranquillamente il trattamento nella indicazione approvata e le dosi con qualsiasi residuo. I prescrittori dovrebbero discutere di passare a un'alternativa appropriata, se necessario, una volta esaurita la fornitura dei pazienti.

• Finché i prodotti a rilascio modificato non saranno stati rimossi dal mercato, dovrebbero essere presi in considerazione adattamenti del protocollo standard per il sovradosaggio di Paracetamolo. Anche se questo dovrebbe essere determinato a livello locale in consultazione con i Centri di Informazione sui veleni locali, le seguenti linee guida generali possono essere utili a meno che gli orientamenti locali siano già stati adattati o raccomandino già un approccio più conservativo:

- se è noto o sospetto un sovradosaggio con 10 g o più di Paracetamolo ( o maggiore o uguale a 150 mg/kg di peso corporeo nei bambini ), o se la dose è sconosciuta, il trattamento con antidoto ( N-Acetilcisteina, NAC ) deve essere avviato immediatamente a prescindere dal livello sierico di Paracetamolo, dal momento che il livello di Paracetamolo sierico dopo sovradosaggio acuto con prodotti a rilascio modificato può raggiungere il picco fino a 24 ore dopo l'ingestione;

- se sono stati ingeriti meno di 10 g di Paracetamolo e il tempo trascorso dall'ingestione è noto, si devono prelevare più campioni di siero di Paracetamolo a intervalli appropriati ( ad esempio 4, 6 e 8 ore dopo l'ingestione ). Ulteriori campioni dovrebbero essere considerati se le concentrazioni sieriche di Paracetamolo non diminuiscono a livelli bassi. Se i livelli sierici di Paracetamolo superano il nomogramma del trattamento in qualsiasi momento, viene indicato il trattamento con antidoto ( NAC );

− se il tempo trascorso dall'ingestione è sconosciuto o se la concentrazione sierica di Paracetamolo non può essere ottenuta entro 8 ore dal sovradosaggio, viene raccomandato di iniziare il trattamento con antidoto ( NAC ) senza attendere la disponibilità delle concentrazioni sieriche di Paracetamolo;

− se il trattamento con NAC è stato avviato, deve essere prolungato oltre il primo ciclo NAC di 21 ore se il livello di Paracetamolo rimane al di sopra del limite di rilevazione ( o superiore a 10 mg/L ) o se l'ALT aumenta ( superiore a 100 U/L ), e deve essere continuato fino a quando il Paracetamolo è inferiore al limite di rilevazione ( o a 10 mg/L) o se ALT scende al di sotto di 100 U/L;

− l'antidoto deve essere dosato come raccomandato dal Centro antiveleno locale.

Le raccomandazioni dell'Agenzia si basano su una revisione dei dati disponibili, compresa una analisi farmacocinetica e clinica retrospettiva di 53 casi di sovradosaggio acuto con Paracetamolo a rilascio modificato da parte del Centro informazioni veleno svedese, che ha rilevato che il protocollo di trattamento standard utilizza esclusivamente il nomogramma di Rumack-Matthew ( o varianti di esso ) basato sulle formulazioni convenzionali di Paracetamolo e può non essere efficace per i casi di sovradosaggio con formulazioni di Paracetamolo a rilascio modificato.
La massima concentrazione plasmatica può verificarsi successivamente e concentrazioni elevate, in particolare dopo grandi dosi, possono persistere per diversi giorni.
I consueti protocolli di campionamento e di trattamento utilizzati nella gestione del sovradosaggio con formulazioni a rilascio immediato non sono pertanto adeguati.
Potrebbe essere necessario aumentare la dose di NAC e il dosaggio ottimale non è stato determinato.

Il Paracetamolo è un farmaco usato per molti anni per ridurre il dolore e la febbre negli adulti e nei bambini.
I prodotti contenenti Paracetamolo a rilascio immediato sono stati autorizzati con procedure nazionali in tutti gli Stati membri dell'Unione Europea ma non sono inclusi nella revisione dell’EMA.
I prodotti oggetto di questa revisione contengono Paracetamolo per il rilascio modificato e sono destinati ad essere assunti per via orale e hanno un'azione prolungata. Sono disponibili in Belgio, Danimarca, Finlandia, Grecia, Islanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Romania e Svezia con vari nomi tra cui Alvedon 665 mg, Panadol Artro, Panadol Extend, Panadol Retard 8 ore, Panodil 665 mg, Paratabs Retard e Pinex Retard.
I medicinali a rilascio modificato contenenti Paracetamolo in associazione con Tramadolo, antidolorifico oppioide, sono disponibili con il nome di Diliban Retard o Doreta SR in Bulgaria, Repubblica Ceca, Estonia, Ungheria, Islanda, Lettonia, Lituania, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia e Spagna, e anche questi farmaci sono coperti da questa revisione.
Nessuna delle suddette formulazioni è attualmente autorizzata in Italia. ( Xagena2017 )

Fonte: EMA, 2017

Med2017 Farma2017


Indietro