Forum Infettivologico
Farmaexplorer.it
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Trattamento acuto della fase cefalalgica degli attacchi emicranici: controindicazioni nella somministrazione di Relpax


Gli operatori sanitari sono stati informati riguardo ad alcune importanti informazioni di sicurezza relative all’uso di Relpax.

Relpax contiene il principio attivo Eletriptan bromidrato, un agonista selettivo dei recettori vascolari 5-HT1B e dei recettori neuronali 5-HT1D, ed è autorizzato per il trattamento acuto della fase cefalalgica degli attacchi emicranici con o senza aura.

Analizzando casi di eventi avversi di tipo cardiovascolare è emerso che Relpax era stato in diverse occasioni somministrato a pazienti con preesistenti eventi cardiovascolari nei quali il medicinale è controindicato.

Dal 1° febbraio 2008 al 31 dicembre 2012, sono stati segnalati su scala internazionale 15 casi, confermati da operatori sanitari, di eventi cerebrovascolari concomitanti all’uso di Eletriptan, 14 dei quali ( 93% ) erano casi gravi. Dei 15 casi, 4 casi riportavano in anamnesi una condizione controindicata o l’uso di un medicinale controindicato.

Dal 1° febbraio 2008 al 31 dicembre 2012, sono state effettuate 85 segnalazioni di eventi cardiovascolari concomitanti all’uso di Eletriptan. Degli 85 casi confermati a livello internazionale da personale sanitario, 55 ( 65% ) erano casi gravi. Degli 85 casi, 17 casi riportavano in anamnesi una condizione controindicata e/o l’uso di un medicinale controindicato.

Relpax è controindicato in: ipersensibilità ad Eletriptan bromidrato o a uno qualsiasi degli eccipienti; pazienti con grave insufficienza epatica o renale; ipertensione da moderata a grave o ipertensione lieve non-trattata; pazienti con malattia coronarica documentata, inclusa la cardiopatia ischemica ( angina pectoris, precedente infarto miocardico o ischemia silente documentata ), sintomi oggettivi o soggettivi di cardiopatia ischemica o angina di Prinzmetal; pazienti con aritmie o insufficienza cardiaca significative; pazienti con vasculopatia periferica; pazienti con un precedente episodio di accidente cerebrovascolare o attacco ischemico transitorio ( TIA ); somministrazione di Ergotamina o derivati della Ergotamina ( inclusa Metisergide ) nelle 24 ore che precedono o seguono il trattamento con Eletriptan; somministrazione concomitante di altri agonisti dei recettori 5-HT1 ed Eletriptan.

I medici devono prescrivere Relpax solo dopo attenta valutazione del rapporto beneficio/rischio di ogni singolo paziente e comunque mai nelle situazioni in cui l’uso è controindicato.
Le controindicazioni di Relpax verso pazienti con anamnesi di patologie cardiovascolari sono comuni a quelle degli altri triptani in commercio. ( Xagena2013 )

Fonte: AIFA, 2013

Neuro2013 Cardio2013 Farma2013


Indietro